Ring of Honor Wrestling e WWE: lottatori che hanno lavorato per entrambe le promozioni

>

Il terreno di osservazione originale per la WWE è stato e sarà sempre la terza più grande promozione negli Stati Uniti, Ring Of Honor (ROH). Chiedi a qualsiasi membro devoto dell'IWC le loro preferenze di wrestling professionistico e le risposte popolari sarebbero New Japan Pro Wrestling (NJPW) e Ring of Honor.

Teniamo da parte qui il gigante giapponese e concentriamoci sulla Ring Of Honor. Per una società che è sempre stata annunciata per assumere la posizione di TNA come una grande alternativa alla WWE, Ring of Honor ha fino ad oggi, non ha raggiunto lo status di mainstream come suo pari problematico. Uno dei fattori che hanno contribuito all'incapacità della Ring of Honor di staccarsi come un valido concorrente della WWE è sempre stata l'incessante capacità di bracconaggio della WWE e la comprensione reciproca tra le promozioni contrastanti.

Molti nomi di punta della Ring of Honor sono passati alla WWE nel corso degli anni. Una conferma della qualità della Ring of Honor è il fatto che molti degli ex allievi della Ring of Honor sono diventati i ragazzi per antonomasia della WWE. Questa presentazione dà un'occhiata a quei nomi di grande talento e anche agli altri che hanno fatto parte della WWE e della Ring of Honor, ma non necessariamente sono diventati grandi nell'impero di Vince McMahon.






Onorevole apparizioni di ospiti

Nel corso degli anni, Ring Of Honor ha visto chi è chi del wrestling professionale abbellire i loro anelli in un modo o nell'altro. Dopo aver lasciato la WWE inizialmente nel 2001, Eddie Guererro ha perso nello spettacolo di debutto della promozione - The Era of Honor Begins - contro Super Crazy per il titolo IWA Intercontinental. Il leggendario Dusty Rhodes ha fatto la sua prima apparizione indy sul ring per ROH in un 'I Quit Bunkhouse Riot'.

segni che un ragazzo ha paura dei suoi sentimenti

Non è tutto, come parte della sua ricerca per affermarsi come una legittima superstar del singolo simile al suo partner di tag team Edge, Christain ha lavorato due partite per ROH mentre contemporaneamente si è fatto un nome in TNA durante quel periodo. Anche gli attuali NXT Tag Team Champions, Tommaso Ciampi e Johnny Gargano, hanno lavorato per la compagnia, con Ciampi che è stato un ex ROH World Television Champion.



Molti altri nomi leggendari come Abdullah the Butcher, Harley Race, Tommy Dreamer, Honky Tonk Mank, Bruno Sammartino e Ken Shamrock hanno rafforzato il potere delle star di ROH apparendo in una veste non wrestling.

Altri nomi familiari ai fan della WWE che hanno lavorato per ROH includono Shane Douglas, Kota Ibushi, Shinsuke Nakamura (in un match contro Kevin Owens), Scotty 2 Hotty, Sunny, Lance Storm, Dlo Brown, Jimmy Yang, Joey Mercury, Terry Funk ( che ha affrontato CM Punk) e Alberto Del Rio.


Jobbers in WWE, risorse per ROH

C'erano anche un gruppo di jobber o scarti dello sviluppo nella WWE che hanno trovato successo in Ring Of Honor. Artisti del calibro di Adam Pearce, Brent Albright, Chad Collyer, Mike Kruel, Jerry Lynn e Joey Ryan sono stati visti solo come talenti di miglioramento agli occhi della WWE, ma non così in ROH.



Altri due cari indie, Kenny Omega e Christopher Daniels, che non sono riusciti a entrare nella WWE per vari motivi, hanno trovato conforto in ROH e in altre promozioni in tutto il mondo.

Ricordi Zach Gowen? Sì, il ragazzo disabile che è stato sadicamente decimato da Brock Lesnar a SmackDown. In caso contrario, questo video farà il lavoro:

Gowen era un impiegato glorificato nella WWE che ha affrontato personaggi del calibro di John Cena, Vince McMahon (sì, il capo in persona) e molti altri nomi importanti prima di essere rilasciato dalla compagnia. Ha lottato nella ROH per un po' di tempo dopo la sua partenza dalla WWE. Attualmente lavora per la Juggalo Championship Wrestling. È apparso sul percorso ad ostacoli American Ninja Warrior l'anno scorso.


#1 Daniel Bryan

Senza dubbio uno dei più grandi perdenti nella storia della WWE, Daniel Bryan, la cui ascesa esponenziale dagli spettacoli indie da headliner al trionfo sulla più grande piattaforma dell'intrattenimento sportivo di WrestleMania, è a dir poco incredibile.

come dire a qualcuno che non lo ami

Daniel Bryan è conosciuto come uno dei padri fondatori della promozione poiché ha messo in evidenza il primo evento della compagnia in un triple threat match contro Christopher Daniels e Low Ki nel 2002. Lottando sotto il nome di Bryan Danielson, la superstar in pensione della WWE è stata coinvolta in alcuni memorabili partite contro artisti del calibro di Austin Aries, Nigel McGuinness, Homicide e Samoa Joe. Ha vinto sia il Ring of Honor World Championship che il Ring of Honor Pure Championship una volta.

The American Dragon – il suo soprannome indipendente – è una leggenda della Ring of Honor prima di essere una superstar della WWE e i fedeli fan della Ring of Honor saranno per sempre in debito con i suoi servizi per la promozione.

Fatto interessante: Daniel L'ultima partita di Bryan è stata contro close amico Nigel McGuiness, che per coincidenza, stava anche avendo il suo ultimo match per ROH.


#2 Cesaro

È un peccato che la WWE trasformi uno dei wrestler tecnicamente più diversi al mondo in un mero ripensamento. Tuttavia, Cesaro è un tesoro indie che ha lavorato per ogni promozione di wrestling sotto il sole, inclusa la Ring of Honor con il suo vero nome, Claudio Castagnoli. Cesaro insieme a Chris Hero - noti collettivamente come i Kings of Wrestling, hanno fatto scalpore nella Ring of Honor vincendo il campionato Ring of Honor World Tag Team e il riconoscimento Wrestling Observer Tag Team of the Year.

wwe lunedì sera crudo 6 luglio

La faida tra Kings of Wrestling e Briscoe Brothers viene subito in mente quando si pensa al mandato di Cesaro nella Ring of Honor. Le partite del Superman svizzero contro Daniel Bryan, Shelton Benjamin e molti altri wrestler notevoli meritano un orologio.

Fatto interessante: Cesaro è stato votato come il wrestler più sottovalutato dal 2013 al 2015


#3 Chris Eroe

L'altra metà dei Kings of Wrestling, Chris Hero è un altro wrestler indie esperto la cui storia della WWE è finita ancor prima di iniziare. La carriera di Hero's Ring of Honor è iniziata come parte dell'angolo di invasione del Combat Zone Wrestling-Ring of Honor, dove è stato visto interferire in ogni partita nonostante non facesse parte del roster. L'angolo è culminato con Hero e Cesaro che hanno vinto il World Tag Team Championship. Sorprendentemente, questo è stato l'unico risultato del titolo di Hero's Ring of Honor.

Fatto interessante: Lavorando sotto il moniker di Kassius Ohno a NXT, Hero è stato inizialmente proposto per essere un membro dello Shield. È stato rilasciato dal suo contratto perché non ha fatto molto per impressionare i migliori ottoni della WWE. Dopo l'uscita, è tornato ai suoi vecchi motivi e fino ad oggi, continua a lottare per varie promozioni indie.

1/10 PROSSIMO